Il tetto è la parte più importante di un edificio. Questa struttura è progettata per durare nel tempo ed offrire protezione dagli agenti atmosferici, per questa ragione va salvaguardata con attenzione facendo manutenzioni specifiche. Mettere le mani su un tetto gravemente danneggiato può risultare costoso, e se si ricorre a soluzioni tampone si rischia di aggravare la situazione. È bene dunque essere tempestivi e affidarsi a ditte specializzate, scegliendo materiali durevoli e di qualità. Se dovete ristrutturare il vostro tetto di casa, ricorrete a noi di Edilampo di Empoli, l’impresa edile specializzata in questo tipo di ristrutturazione.

La struttura portante e la copertura

Il tetto è formato sostanzialmente da due parti: una struttura portante, generalmente realizzata in legno, acciaio o cemento armato, e un manto di copertura, costituito da tegole in laterizio, tegole in cemento, lastre di pietra o lastre in fibrocemento ecologico. Il costo per rifare la copertura o la struttura di un tetto varia dunque in base al tipo di materiale. Il legno è senza dubbio l’elemento più utilizzato per la costruzione e la riparazione delle strutture portanti. Si tratta, infatti, di un materiale molto flessibile e resistente che richiede però maggiore manutenzione per via di una lenta ma costante usura.

I costi di rifacimento

Le strutture portanti in acciaio sono le più resistenti, tanto da essere utilizzate anche nelle zone a rischio sismico, ma offrono uno scarso isolamento termoacustico. Il loro rifacimento può costare dai 25 ai 75 euro al mq. Le strutture in calcestruzzo sono invece tipiche dell’edilizia residenziale e garantiscono un ottimo isolamento ignifugo e termoacustico, tuttavia sono soggette a umidità e crepe. Per riparare un tetto in cemento armato si può spendere dai 50 ai 100 euro al mq.

Richiedete un preventivo tramite il form di contatto oppure chiamaci al 3389750309.